Studio scienze della formazione all’Università del Salento a Lecce e ho appena finito il primo anno. Ho frequentato il corso in ottobre 2017 perché dopo la maturità e l’inizio dell’università sapevo che avrei dovuto studiare molti più libri e con delle scadenze più rigide rispetto a quelle delle scuole superiori. Riuscivo ad ottenere dei voti soddisfacenti, ma per poter raggiungere quei voti studiavo dalle 3 alle 6 ore al giorno fino a tardi e dovevo svegliarmi presto per ripetere perché non mi sentivo sicura e preparata. Prima di un’interrogazione ero sempre in dubbio su come sarebbe andata a finire.
Dopo il corso è cambiata la mia visione dello studio. Prima studiavo circa 5-6 pagine all’ora, sottolineando e rileggendo più volte, ora ne studio 30 divertendomi e ricordando tutto. Vado agli esami sentendomi preparata e tranquilla di dare il meglio di me. Nelle sessiome invernale ho dato tre esami e l’idoneità a due laboratori:
-pedagogia generale: 24 in 15 giorni
-psicologia sociale: 24 in 15 giorni
-pedagogia sociale e interculturale: 27 in 15 giorni
Nelle sessione estiva, in un mese e mezzo (tra cui ho passato anche 5 giorni a Milano) ho dato gli ultimi quattro esami e l’idoneità nell’ultimo laboratorio:
-storia dell’educazione: 30 in 15 giorni
-teorie e metodi dell’educazione letteraria: 30 in 7 giorni
-geografia sociale: 30 in 4 giorni
-psicologia dello sviluppo: 30e lode in 10 giorni
Con la media del 27,8 vado in vacanza libera e senza dover sostenere alcun esame a settembre.